Corregiolo

Home > OLIVO > Corregiolo

Corregiolo

Albero: pianta di media vigoria a portamento semi-pendulo e con chioma folta e ampia. I rami a frutto sono mediamente sottili e flessibili. Le foglie, ellittico-lanceolate, sono di medie dimensioni e di colore verde scuro, molto intenso, nella pagina superiore e grigio-verde in quella inferiore. Le foglie di questa cultivar presentano una forma non sempre costante e talvolta i margini fogliari risultano irregolari.

Frutto: le drupe sono di medie dimensioni (2-2,5 gr.), asimmetriche e di forma ellissoidale-allungata, con lenticelle rade e ben visibili. L'oliva si restringe alla base assumendo talvolta una forma obliqua e appare di forma arrotondata o subsonica all'apice. La maggior parte dei frutti si presenta di colore ancora verde-violaceo, tendente al rosso-vinoso in fase di raccolta. I frutti conservano una buona dotazione in olio (15-18%). L'olio è molto fine, con intenso aroma di fruttato erbaceo e con  la caratteristica colorazione gialla tendente al verde ed è in grado di mantenere nel tempo le proprie caratteristiche di pregio. La maturazione  delle drupe è decisamente tardiva e molto scalare.

Caratteristiche agronomiche: la varietà è parzialmente autocompatibile e dotata di una buona  fertilità che le garantisce una produttività elevata e costante, con una precoce messa a frutto. La fioritura avviene contemporaneamente a quella della varietà leccino e la consociazione di queste due varietà migliora la fertilità reciproca. La varietà è  molto apprezzata sul territorio regionale per la sua grande adattabilità all'ambiente  e soprattutto perché produce un olio di eccellente qualità. La cultivar è mediamente resistente al freddo e alla mosca olearia,  dalla quale viene colpita solo in annate particolarmente precoci o in caso di raccolte tardive. La pianta è invece particolarmente sensibile alla rogna dell'olivo. La buona capacità di radicazione rende la varietà idonea alla moltiplicazione per talea.

Aspetti generali: la varietà è molto diffusa in tutto il territorio regionale di coltivazione dell'olivo. La sua presenza è maggiore in provincia di Rimini, nelle valli che fanno riferimento ai fiumi Conca, Marano e Marecchia. La cultivar è morfologicamente molto simile alla varietà frantoio da cui differisce soprattutto per la forma leggermente allungata dell'oliva che si presenta anche più rastremata ed obliqua alla base. Le importanti caratteristiche produttive di questa vecchia varietà  locale la rendono molto pregiata e apprezzata sul territorio regionale e le conferiscono un ruolo insostituibile per mantenere elevata la qualità e conservare tutta la tipicità dell'olio estratto dalle olive locali. Si consiglia il suo utilizzo negli infittimenti dei vecchi oliveti e nell'impianto di nuovi oliveti in misura non inferiore al 60%. 

<< Torna alla Lista